Crea sito

giugno 2015 archive

V-Day #4: Agenzia delle Entrate, sequel

Mi era stato detto di pazientare, che il rimborso del credito 2013 mi sarebbe stato accreditato “presumibilmente” entro il 31/05/2015… ebbene la mia benevolenza (unita alla mia proverbiale diffidenza, soprattutto nei confronti dello Stato) mi ha convinta ad attendere fino a fine giugno, quindi mi decido a tentare un nuovo affondo all’Agenzia delle Entrate.

E con sempre meno stupore apprendo che contattare gli esattori è diventata un’impresa titanica, mi riferisco alla modalità telematica, resta sempre valida la possibilità di prendere mezza giornata di ferie, accodarsi in uno degli uffici territoriali, pazientare ore prima che un addetto si liberi (tendenzialmente pochi istanti prima che il sistema vada in blocco e che le pratiche diventino irreperibili o inconsultabili) quindi battere la ritirata senza aver risolto nulla ed anzi avendo sprecato tempo e risorse.

I mezzi telematici consistono in un call center telefonico (con mediamente 26 utenti in priorità d’attesa), la richiamata telefonica (già sperimentata in passato con l’imbarazzante insuccesso di cui al mio precedente post), la consultazione via mail (in queste giornate calde, in tutti i sensi, le uniche richieste di informazioni fiscali consentite riguardano il popolarissimo tema del “consolidato nazionale e mondiale”…), rimarrebbe da citare l’istanza di interpello (sulle cui modalità diaboliche di presentazione, per signorilità, mi astengo dal commentare) che verrebbe comunque scartata in quanto non di interesse collettivo.

In conclusione, se si vuole entrare in contatto con l’Erario senza muoversi da casa, l’unica strada percorribile resta quella della pagina “reclami, elogi e suggerimenti”, qui è possibile finalmente sfogare la propria frustrazione, e non crediate di restare senza risposta, anche se di questo calibro, cito letteralmente: “ci spiace che non siano stati rispettati i tempi di erogazione del rimborso che inizialmente le erano stati prospettati… da ulteriori informazioni acquisite i rimborsi dovrebbero essere erogati entro il mese di luglio”.

Incertezza ed esitazione, ecco cosa emerge da queste poche righe, verrebbe da sorridere se si trattasse del primo tema di scuola di uno scolaretto, invece si tratta di una comunicazione ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Si salvi chi può!

V-Day